Monte Nuovo

Collocato rispettivamente a ovest e nord-ovest dei Laghi di Lucrino ed Averno, il vulcano di Monte Nuovo si forma nella notte tra il 28 e il 30 settembre 1538 in seguito ad un'eruzione che distrusse il villaggio medievale di Tripergole e mise in fuga la popolazione locale.

Il monte è caratterizzato da una folta vegetazione, crescono piante tipiche della macchia mediterranea e le più diffuse sono il pino, la ginestra, l'erica.

Oggi il vulcano, ormai inattivo, è diventato un'oasi naturalistica nella quale vengono organizzate anche visite guidate per scuole e gruppi di turisti.

tags:

Il Cratere degli Astroni

Si tratta di un’Oasi gestita dal WWF, costituita nel 1987 e da allora considerata una delle Riserve Naturali Statali più importanti in Italia; si estende su una superfice di 247 ettari ed è posta all’interno di un cratere vulcanico.

Ha una forma a caldera ellittica, con l'asse maggiore di circa 2 km disposto secondo la direzione est-ovest e l'asse minore di circa 1,6 km. L'interno è occupato da una vasta depressione la cui parte centrale presenta alcuni rilievi: il Colle dell'Imperatrice (82 m.), Colle della Rotondella (73,8 m.) e I Pagliaroni (54 m.).  La quota massima è di 255 m., mentre la minima di 9 m. si registra in corrispondenza del Lago Grande.

Leggi tutto: Il Cratere degli Astroni

tags:
Back to Top

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi il tasto Maggiori info